MENU CLOSE

Bad Peace _ Verso il mattino

Verso il mattino / Laughing at the Sunrise

Gratuito

Progetti in Residenza
dal 6 al 15 settembre | 19:00 – 22:00
La Pelanda
Bed-in


“Mai più!” diceva imperiosa la sua volontà.
“Domani ancora!”
supplicava il cuore singhiozzante
(H H)

Nello spazio esterno della Pelanda, aperto a tutti per tutta la durata del festival, si vuole creare la radio del festival che è anche concerti, selezioni musicali d’autore, incontri, chiacchiere, letture, proiezioni. Non c’è una pace fuori. Avere qui, essere pace. Essere vibrazioni. Creare piccole masse critiche di energia ineffabile, inutile, impalpabile. Lanciare piccole storie nell’aria, non attenderne la ricaduta, spostarsi, sempre, languidamente schiantarsi: è l’ultimo appello.

Cosa segue, se segue qualcosa, a questo inizio?

ci siamo fermati ci siamo trovati
ci siamo sdraiati ci siamo belli rilassati ci siamo adagiati
abbiamo detto cose creato suoni, fatto festa
ci siamo guardati ci siamo chiesti
ci siamo ritrovati ci siamo abbracciati
abbiamo passato la notte più scura ballando insieme
…ora andiamo verso il mattino,
che arriverà con tutta la sua luce –
ma non ancora


PROGRAMMA

6.09

19.30
Tales from the Climate Change Regime Era con Rosa Ciacci e ANDRECO
conversazione

7.09

20.30 I figli dello stupore di Francesco Tabarelli
film, 52’
(presso Little Fun Palace)

8.09

Tropicantesimo in diretta

9.09

19.30 Franco Bifo BerardiIl possibile, il probabile, l’imprevedibile
conversazione

10.09

22.00 Bob & Gloria – Nightclub Minimalism
live

11.09

19.30 DOM-L’adorazione e la lotta, conversazioni intorno ai termini Antropocene e Capitalocene
conversazione

12.09

19.30 Nero presenta: NOT
conversazione con Lorenzo Gigotti, Valerio Mannucci, Valerio Mattioli, Corrado Melluso

13.09

23.00 Rinuncia a Satana
live e dj set

14.09

19.30
Tales from the Climate Change Regime Era con Rosa Ciacci e Maria Grazia Pontorno
conversazione

15.09

20.00 Contrefiction: Cinema Fragile
conversazione/film

 


Bad Peace è un letto e una radio, dal letto si diffondono suoni e voci. Bad Peace è una moratoria. Una moratoria immaginaria e diffusa, una resistenza esistenziale, una lotta esoterica, un laboratorio di possibilità.

La comunità di BadPeace, immaginata e promossa da soci&associati del circolo Fanfulla 5a, in residenza dal 2016 a Short Theatre, cerca e tenta di mappare inusuali possibili rotte per comprendere e resistere – dunque esistere questo presente fragile e oscurato.

come le lucciole:

sei invitato nel letto di Bad Peace.

 

Quel viaggio non era solo il mio e del mio tempo; quella colonna di fedeli e devoti in cammino verso l’Oriente, patria della luce, fluiva senza posa e in perpetuo, era sempre in marcia attraverso tutti i secoli, incontro alla luce e al prodigio, e ciascuno di noi fratelli, ciascuno dei nostri gruppi, anzi l’intera colonna e il suo grande viaggio non erano che un’onda nella perpetua corrente delle anime, nella perpetua tendenza degli spiriti verso il mattino, verso la patria.

Herman Hesse, Il pellegrinaggio in Oriente, 1932