MENU CLOSE

Mihaela Michailov

Esito della residenza

5 €

12 settembre | 19:00
La Pelanda – Teatro 2
Lettura
50′


Esito della residenza
Prima assoluta
Nell’ambito di Fabulamundi Playwriting Europe
In italiano

Assistenza ai confini
Prendersi cura
Curare
Assistere
Maternità
Negli ultimi anni il panorama emozionale della migrazione ha aggiunto dei volti femminili di grande impatto. L’economia degli affetti è incentrata su nuovi empatici punti di arrivo e partenza. Chi sono le sfollate “madri della migrazione”, e come si posizionano sulla mappa politica dominante della sopravvivenza? La loro voce è abbastanza forte? Come possiamo dargli visibilità, sfidando le condizioni di lavoro critiche nel violento mercato delle vite di periferia? Cosa sono le nuove mappe del lavoro emotivo? L’esito della residenza di Mihaela Michailov a Roma sarà presentato in collaborazione con Alvia RealeManuela Mandracchia, Mariangeles Torres, Sandra Toffolatti.

Nell’ambito dell’edizione 2018 del festival Short Theatre, la sinergia con la rete di Fabulamundi Playwriting Europe porterà alla realizzazione di un focus dedicato alla drammaturgia rumena, con la costruzione di un percorso di scrittura creativa sulla città di Roma. Gli autori rumeni chiamati a comporre questa cartografia urbana compartecipata sono Bogdan Georgescu e Mihaela Michailov, che tenteranno un affondo-apertura più trasversale sulla comunità rumena residente a Roma, presentando a Short Theatre 2018 gli esiti di una loro residenza artistica nella capitale. Bogdan Georgescu e Mihaela Michailov saranno accompagnati nella loro ricerca sul campo da Martina Ruggeri e Erika Z. Galli di Industria Indipendente, anche loro tra le autrici italiane selezionate da Fabulamundi Playwriting Europe.

Mihaela Michailov è drammaturga e critica d’arte. Il suo interesse principale è quello di creare testi politici che trattino di disuguaglianze sociali e di questioni delicate come gli abusi dello Stato rumeno sulle categorie meno rappresentate, le trasformazioni massime derivanti dal post-socialismo, le gerarchie oppressive e le discriminazioni. Le sue opere teatrali sono state tradotte in bulgaro, inglese, francese, ungherese, tedesco, spagnolo. È anche molto sensibile a discutere temi legati al sistema educativo: la violenza a scuola, i diritti dei bambini, la relazione tra insegnanti, studenti e genitori. Dal 2012 lavora con il regista Radu Apostol in vari progetti di teatro educativo. Mihaela Michailov ha, inoltre, esperienza nel teatro documentario. La sua opera teatrale, Heated Heads (2010, diretto da David Schwartz), drammatizza il cosiddetto “Mineriad”, un episodio di repressione da parte dello Stato rumeno avvenuto nel giugno 1990. Tra i suoi testi ricordiamo Google my Country!, Bad Kids, Momlovesyou.


www.fabulamundi.eu/en


testo e mise en espace Mihaela Michailov
accompagnamento al progetto Martina Ruggeri e Erika Z. Galli (Industria Indipendente)
con Alvia RealeManuela Mandracchia, Mariangeles Torres, Sandra Toffolatti