ePrivacy and GPDR Cookie Consent by Cookie Consent

11 settembre | 19:00 + 23:00
La Pelanda - Studio 2
teatro / performance
50'

€10 / €7 ridotto (+ €2 d.p.)
Biglietti

OHT | Office for a Human Theatre

Rompere il Ghiaccio

OHT [Office for a Human Theatre] è lo studio di ricerca del regista e curatore Filippo Andreatta. Il suo lavoro si occupa di paesaggio e politica personale sottilmente affrontata nello spazio pubblico e privato. Negli anni ha collaborato, tra gli altri, con: NYC Artists’ Salon, Romaeuropa Festival, Triennale Teatro Milano, Whitechapel Gallery Londra, MAXXI di Roma, Centrale Fies.

Rompere il Ghiaccio è un progetto performativo che esiste grazie al carteggio dei nonni del regista – Elsa e Enrico, spedito al confino per comunismo – separati durante il fascismo, come separate da un ghiacciaio erano Italia e Austria: un confine naturale e mobile, oggi in pieno scioglimento.

Una narrazione rallentata che esplora i confini politici, paesaggistici e romantici di un’area transfrontaliera come il Trentino-Alto Adige. Una lentezza analoga allo scioglimento del ghiacciaio Gräfferner che mette in crisi l’idea stessa di confine così come l’amore mise in crisi l’isolamento del confino fascista.

L’eco del canto delle Alpi, lo yodel e le parole di Elsa ed Enrico si intrecciano con la voce della performer Magdalena Mitterhofer. Con un impianto scenico minimale, alla fine visitabile dal pubblico, Rompere il ghiaccio recupera una delle mappe più antiche della storia dell’uomo – le traiettorie delle stelle – per ripensare l’idea di cartografia. Il farsi della storia si scopre incarnato nei corpi, nelle voci e negli affetti delle singole persone.

 


 

regia, testo e scena Filippo Andreatta
con Magdalena Mitterhofer
suono e musica Davide Tomat
scenografo associato Alberto Favretto
costume Ettore Lombardi
video Armin Ferrari
allestimento Letizia Paternieri
assistente regia Veronica Franchi
suggerimenti astrologici Mona Riegger e Astro*Intelligence
amministrazione e produzione Laura Marinelli
promozione e cura Laura Artoni
fotografie Claudia Pajewski
produzione OHT
co-produzione MAXXI museo nazionale delle arti del XXI secolo
co-realizzazione Romaeuropa festival
© Claudia Pajewski