14 settembre | h 20.45
15 settembre | h 20.30
WEGIL - Sala Rossa
lecture performance
40'

Rita Natàlio

Spillovers — a performative reading

Spillovers di Rita Natálio è un intreccio tra performatività e scrittura che annoda l’immaginazione ed esperienza somatica attraverso gli strumenti del transfemminismo e dell’ecologia. È un testo aptico, un manuale sul sesso, un saggio di fantascienza sull’acqua e sul piacere che propone una rilettura di Lesbian Peoples: Material For A Dictionary (1976) di Monique Wittig e Sande Zeig. Rita Natálio dialoga con le proposte e le fantasie contemporanee di Astrida Neimamis, Audre Lorde, Dionne Brand, Kathryn Yusoff, Isabelle Stengers, Malcom Ferdinand, Valentina Desideri & Denise Ferreira da Silva, Ursula K. Le Guin, tra le altre.
Il testo proferito si configura come un glossario in cui si affermano protocolli sensoriali e coreografici come mezzo di lettura e comprensione di innesti umani/non umani. Il movimento è la materia che informa la scrittura e, nel farlo, chiama a raccolta archivi di immagini e libri nutriti di pensiero e pratiche ecofemministe.

La performance prevede dei momenti di nudo integrale.


Rita Natálio è performer, artista, ricercat_. Lesbica non binaria. Attualmente lavora a un doppio dottorato in Arte e Antropologia, con focus sull’Antropocene e le percezioni dell’umanità-natura. Le sue pratiche utilizzano principalmente poesia, drammaturgia e performatività del corpo. Negli anni recenti si dedica alla creazione di conferenze-spettacoli direttamente collegate alla sua ricerca sui cambiamenti climatici e alla sua ricerca artistica. Coordina Terra Batida, una rete di persone, pratiche e saperi con sede in Portogallo che contesta la violenza ecologica e la politica dell’abbandono. I suoi programmi di residenza annuali consentono ad artist_, scienziat_ e attivist_ di incontrarsi per affrontare i conflitti socio-ambientali in contesti territoriali specifici.

 


testo e reading performativo Rita Natálio
collaborazione e co-creazione del testo iniziale Alina Ruiz Folini
traduzione inglese Miguel Cardoso
partecipazione alle residenze di ricerca Luiza Cascon, Josefa Pereira
co-produzione Cinema Batalha, Associação Parasita
con il supporto di Calouste Gulbenkian Foundation (Portogallo), Pass the Mic! Decolonizing education through arts.
con il sostegno di Creative Europe (CREA 616850/2020) e Create to Impact Network/ Creative Europe
produzione Associação Parasita
residenze Casa da Dança de Almada, Estúdios Victor Córdon / Alkantara Festival (Lisbona), Pólo Cultural das Gaivotas (Lisbona), Teatro Municipal do Porto, Centrale Fies (Dro)
PARASITA è supportato dal Governo del Portogallo – Ministero della Cultura / General-Directorate for the Arts, per il biennio 2020—22

ph. Rita Natálio