ePrivacy and GPDR Cookie Consent by Cookie Consent

Collaborazioni

Collaborazioni

    Progetti Europei

    Fabulamundi. Playwriting Europe: Beyond Borders?

    Fabulamundi. Playwriting Europe: Beyond borders? è un progetto di cooperazione che ha come obiettivo il sostegno e la promozione della drammaturgia contemporanea in Europa, al fine di consolidare e potenziare le attività e le strategie degli artisti che operano nel settore. Fabulamundi si svolgerà dal 2017 al 2020 in 10 paesi europei, con 15 partner fra teatri, festival e organizzazioni culturali in Italia, Francia, Germania, Spagna, Romania, Austria, Belgio, Polonia, Inghilterra e Repubblica Ceca, e con altri 8 paesi gemellati, coordinato da PAV. Il progetto – del quale Short Theatre è partner sin dall’inizio – è stato finanziato due volte della Commissione Europea, nel 2013 e nel 2015, e proseguirà adesso il suo viaggio attraverso l’Europa fino al 2020 grazie ai fondi di Creative Europe 2014-2020.

    Nell’ambito di Fabulamundi, Short Theatre 2020 presenta Illegal Helpers di Paola Rota, Simonetta Soldier e Teho Teardo, il progetto a cura di Riccardo Fazi/Muta Imago, Elise Simonet e Jessie Mill, Les Cliniques Dramaturgiques. Inoltre quest’anno Panorama Roma si intreccia con il progetto: gli/le artist_ e le compagnie che sono state coinvolte, infatti, si confronteranno con i testi internazionali ancora inediti in Italia, selezionati durante questi tre anni, allestendo nei giorni del festival un cantiere creativo visibile al pubblico.

    More Than This

    More Than This è un progetto di cooperazione europea, nato nel 2018 e che si conclude quest’anno, che vede tra i partner L’Officina  – Festival Dansem e il Festival Parallèle – Productions Parallèle di Marsiglia, l’Universidad Carlos III de Madrid, Máterias Diversos di Lisbona, Kanuti Gildi SAAL di Tallin, Ramallah Contemporary Dance Festival e Short Theatre, il cui scopo è condividere con un vasto pubblico la complessità delle geografie da cui provengono i partner, dando forma a uno spazio comune e vibrante. More Than This ridefinisce la nozione di “spostamento” come un cambiamento nel nostro modo di percepire identità e pratiche, ripensando le modalità di ospitalità, mettendo in discussione la nostra capacità di accogliere gli altri e di andare verso di loro. More Than This riscrive la geografia e le metodologie del sistema delle arti dello spettacolo. Nuovi modi di produrre, programmare, condividere e ricevere.

    Nel 2020 Short Theatre è stato coinvolto in una delle attività più innovative di More Than This, il Displacement of Festival, attraverso la quale ragionare non solo sulla  mobilità dell’artista, ma anche su quella delle istituzioni culturali stesse.

    Shift Key

    Shift Key nasce nel 2010 da un gruppo di festival internazionali europei dedicati alle perfoming art, che ha deciso di costruire una rete con l’obiettivo di sostenere la mobilità degli artisti emergenti. International Theater Festival MESS (Sarajevo), Short Theatre (Roma), ACT Festival (Bilbao), BE FESTIVAL (Birmingham) e ITS Festival (Amsterdam) hanno così in questi sette anni contribuito alla mobilità e al sostegno di compagnie emergenti. Shift Key è il loro progetto che mira a rinvigorire e rinforzare il partenariato tra i festival per non solo facilitare la mobilità degli artisti ma per costruire un sostegno più solido alle loro carriere. Gli artisti selezionati sono: Sleepwalk collective (UK); Sra. Polaroiska (Spain); Alma Söderberg (Sweden); Bertrand Lesca and Nasi Voutsas (UK ); Teatro Sotterraneo (Italy); Oliver Zahn (Germany); David Espinosa (Spain); The Moving Island (Bosnia Herzegovina); 1er stratageme (France ); Radouan Mriziga (Belgium); Mokhallad Rasem (Belgium); Strasse (Italy)

    Festivals of the Future

    Festivals of the Future è un progetto di cooperazione tra cinque festival, per esplorare insieme modelli alternativi e immaginare i festival del futuro in modo innovativo e sostenibile. Insieme a Short Theatre, gli altri partner sono Transform (Leeds) – capofila, MIRfestival (Atene), Take Me Somewhere (Glasgow) e Festival Parallèle – Productions Parallèle (Marseille), con i partner associati: D-Caf (Egitto), My Wild Flag (Svezia), Les Urbaines (Svizzera) e Homo Novus (Vilnius).

    Attraverso residenze collettive e progetti collaborativi, Festivals of the Future riunirà gli staff dei festival coinvolti per interrogare ogni componente delle proprie pratiche di lavoro, da modelli a basse emissioni di carbonio, ai finanziamenti alternativi, fino alla leadership collaborativa, la co-creazione, lo sviluppo del pubblico.

    Be My Guest

    Be My Guest è una rete strutturata e organica dedicata alle pratiche emergenti nelle arti dello spettacolo. Riunisce 11 partner internazionali attenti al rinnovamento delle forme artistiche e noti per il loro impegno nei confronti degli/le artist_. Basato sulla complicità, la fiducia e la libertà degli scambi, Be My Guest si interroga sui modi di rispondere alle esigenze degli artisti, è attento ai loro percorsi e si fonda su una relazione di sostegno. Grazie al sostegno di Pro Helvetia e dell’Istituto francese Be My Guest sostiene 3 progetti in coproduzione ogni anno. Oltre a questo supporto finanziario, Be My Guest offre una varietà di collaborazioni: distribuzione, residenze, laboratori … Be My Guest è anche uno spazio di riflessione sulle nostre pratiche professionali, legate alle attuali tematiche sociali.

    La rete si riunisce 3 volte l’anno in seduta plenaria e regolarmente in modo più informale in occasione dei punti salienti della programmazione in Europa e oltre.

    I membri di Be My Guest sono: Arts Admin (Londra), ICI – Centre chorégraphique national de Montpellier (Montpellier), Festival Belluard Bollwerk International (Friburgo), Kunstencentrum BUDA (Kortrijk), La Bellone Maison du Spectacle (Bruxelles), Materiais Diversos (Lisbona), Parallèle plateforme pour la jeune création internationale (Marsiglia), Short Theatre (Roma), Tanzquartier (Vienna), Théâtre de la Bastille (Parigi) e Théâtre Saint-Gervais (Ginevra)

    Network

    Boardin Pass Plus Dance

    Boarding Pass Plus Dance è un progetto per la professionalizzazione e mobilità internazionale di dance artists e producers under35, sostenuto dal MIBAC. Capofila del progetto è Opera estate/ CSC di Bassano del Grappa, in partnership con Short Theatre, Fondazione Piemonte dal Vivo, Indisciplinarte srl, Santarcangelo Festival, e numerosi partner stranieri.

    Collaborazioni

    Master Studi e Politiche di Genere Roma Tre

     Nato nel 2001 all’Università Roma Tre, il Master Studi e Politiche di Genere di Roma Tre è un progetto formativo basato sull’approfondimento degli studi di genere e delpensiero femminista, con un focus versole tendenze e i dibattiti più recenti. L’obiettivo del Modulo Arti, a cura di Ilenia Caleo e Isabella Pinto, è di fornire una strumentazione teorica perleggere i linguaggi artistici del contemporaneo, attraverso l’assunzione femminista di un pensiero delle pratiche. Per l’edizione 2020 prosegue la collaborazione con Short Theatre. Il Modulo Arti si svolgerà in modalità intensiva nell’arco di 6 incontri alternando lezioni frontali a momenti seminariali e laboratori pratici, sperimentandodifferenti metodologie di lavoro e diricerca, a contatto con pratiche creative. Il Modulo è rivolto a: corsiste/i del Master in Studi e Politiche di Genere, studentesse e studenti, artisti/e, operatrici/tori dell’ambito della produzione culturale, editoriale e letteraria, autrici e autori, docenti di disciplineartistiche, curatrici e curatori, e a chi è interessato all’ambito delle performing arts, dei media e degli studi visuali.

    masterstudiepolitichedigenere.it

    Dominio Pubblico

    Dominio Pubblico è un progetto di formazione del pubblico rivolto a ragazzi Under 25 che vogliano sperimentarsi in un percorso da spettatori attivi, finalizzato alla conoscenza della scena contemporanea e alla produzione, promozione e organizzazione di un festival multidisciplinare. DP in tour è un format ideato per creare uno strumento di circolazione del giovane pubblico a livello nazionale e per realizzare la crescita e lo sviluppo di una rete di soggetti che in Italia ha scommesso su una nuova generazione di artisti e sulla creazione di una platea attenta e partecipe. In ogni contesto il gruppo DPU25 che si formerà avrà il compito di partecipare attivamente al programma delle attività documentandole attraverso foto, video, GIF e Stories, con l’uso dei social network e del blog. Nel corso del 2020 DP attraverserà i Festival di cui è partner: Strabismi Festival a Foligno – Trasparenze a Modena – Up To You a Bergamo – Polline Fest a Sezze – Kilowatt Festival a Sansepolcro – Direction Under 30 al Teatro Sociale di Gualtieri – Castellinaria ad Alvito – Festival dello Spettatore ad Arezzo – Attraversamenti Multipli e Short Theatre a Roma – Festival 20 30 a Bologna.

    dominiopubblicoteatro.it