17 settembre | h 18.30 - 2
Angelo Mai
presentazione del libro "L'arte queer del fallimento" con Jack Halberstam
in inglese con traduzione in italiano
+
Moor Mother live

7€ + Tessera Arci

Merende by Industria Indipendente w/ Jack Halberstam \ Moor Mother

MERENDEXSHORT — ¡Vibrant Matter!

Se vuoi ascoltare l’audiodescrizione di questa pagina clicca qui.

COSA TI MERITI? TUTTO

18.30 presentazione di L’arte queer del fallimento
con Jack Halberstam, Elia AG Arfini, Ilenia Caleo, Maddalena Fragnito

LINE UP
ϟ Moor Mother (live)
ϟ Bunny Dakota
ϟ TOMBOYS DON’T CRY (Tzaziky&Crack/Alieni)
ϟ Mary Gehnyei
ϟ La Diferencia
ϟ Sandra Mason
ϟ Qursarina

MERENDE è un’occupazione temporanea dello spazio e del tempo. I principi della condivisione, dell’offerta e dell’ospitalità modellano la pratica artistica e lo stare insieme. Ciò che viene offerto a Merende è una safe zone aperta all’altrove. Un posto pubblico dove togliersi le scarpe, fermarsi, riconoscersi, confondersi, avviare trasformazioni. Una festa dove l’evasione diventa atto di resistenza. Durante MERENDE è possibile farsi tatuare, perdersi tra dj e live set, ricevere consigli per messaggi scomodi o progetti impossibili, trasformare sé stess_, apprendere differenti tipologie di divinazione.
Per celebrare l’ultima serata del festival, MERENDE attiva un passaggio di energie che trascina e rimescola la materia vibrante di Short Theatre 2022. Tra gli spazi esterni e interni dell’Angelo Mai, affiora una sua versione espansa, in un travaso di esperienze e contesti che modifica le potenzialità inscritte nella città. Un flusso senza sosta di suoni, pensiero e intensità dove, alle offerte dei/lle i a/lle resident di MERENDE, si aggiungono presenze extra-ordinarie: tra queste, e grazie al sostegno dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America, il teorico Jack Halberstam presenta il suo libro L’arte queer del fallimento (minimum fax), in dialogo con l’attivista e sociologo Elia AG Arfini, la teorica attivista Ilenia Caleo e l’artista indipendente e attivista culturale Maddalena Fragnito; e Moor Mother, poeta, musicista, attivista afroamericana, pront_ a saturare l’atmosfera della notte romana con i suoi versi e loop noise.
Ricoperta di tappeti, tessuti, stoffe e simboli, MERENDE è pronta ad accogliervi.

Jack Halberstam è presente a Short Theatre 2022 anche venerdì 16 settembre a WEGIL, con una lectio magistralis Wild Things, Bewilderment and Beyond, accompagnato e in dialogo con l’attivista e studiosa Antonia Anna Ferrante e con Annalisa Sacchi, direttrice del corso di Teatro e Arti performative di IUAV.


Industria Indipendente è un collettivo di arti performative e visive fondato da Erika Z. Galli e Martina Ruggeri. Negli anni attraversano linguaggi e pratiche differenti: dalla creazione di performance a happening di lunga durata, a installazioni e scritture per il teatro, musei, spazi indipendenti e non convenzionali. I loro lavori riflettono su il rapporto tra essere umano e natura, la dimensione del tempo improduttivo, la costruzione di mondi alternativi e finzionali in cui generare comunità e alleanze, il continuo rovesciarsi e ricrearsi di identità individuali e collettive. La loro ultima creazione Klub Taiga (Dear Darkness) ha debuttato alla 48esima edizione della Biennale Teatro (Venezia, settembre 2020), divenuto poi un concerto e un disco (NERO edizioni, 2022), un film (dell’artista visiva Rä Di Martino) e un lavoro installativo per spazi espositivi (Fondazione Sandretto, Torino-Palazzo Guarene, Maggio—Luglio 2022).

MERENDE è progetto residente all’Angelo Mai dal 2018 e ha attraversato luoghi e contesti —ITZ/Berlino, Nessuno/Milano, Fondamenta/Matera, ecc.— manifestandosi in forme differenti, pronte a rovesciarsi l’una nell’altra.

 


ϟ Moor Mother
La cantautrice, compositrice, poeta e formatrice Camae Ayewa ha animato per anni la scena musicale underground di Filadelfia, prima di trasferirsi a Los Angeles per insegnare composizione alla Thornton School of Music della University of Southern California. Ha pubblicato il suo album di debutto come , Fetish Bones, nel 2016, e da allora ha continuato a rilasciare musica riscuotendo successo sia come artista solista che in collaborazione con altr_ musicist_  che condividono la sua spinta a scavare all’interno del non-raccontato. Si è esibita con i gruppi di free jazz Irreversible Entanglements e Art Ensemble of Chicago, e ha inciso dischi con Billy Woods, Mental Jewelry e YATTA. Nel luglio 2022 rilascia Jazz Codes, suo secondo album.

https://moormother.bandcamp.com/album/jazz-codes

ϟ Bunny Dakota
crea ambienti e paesaggi, dando vita a universi immaginari aperti.Traccia mondi fittizi fatti di sud, droni, suoni macchinici, elettricità, alte maree, magia nera, beat, sensualità scomposta, commistionati con parola poetica e cinematografica, strumenti analogici, registrazioni quotidiane e archivi sonori.
Negli anni performa in festival internazionali e club e crea con Industria Indipendente l’happening-party MERENDE, di cui è dj resident e maîtresse.

https://www.mixcloud.com/…/superorganismo_bunny-dakota…/

ϟ Tomboys Don’t Cry
Tzaziky&Crack
Nata alle pendici del monte di Sappho, nella baia di Skala Eressos, Tzaziky & Crack prende forma ideale dalla sonorizzazione di una ballroom marziana, attraverso combinazioni mutanti tra passato presente e futuro anteriore. T&C è un progetto dell’artista visiva Dafne Boggeri che insieme a Dj S/HE ha co-fondato Tomboys Don’t Cry, collettivo artistico queer di ragazze di qualsiasi genere e creature non binarie, con base a Milano, che dal 2011 promuove avventure post-identitarie attraverso azioni e reazioni, dentro e fuori il perimetro del Club.

https://soundcloud.com/tzaziky

Alieni
Atmosfere dark e ritmi tropicali si incontrano con suoni dolci dal gusto r’n’b. La cultura pop è spunto di una ricerca che prende forma attraverso l’interesse per la danza e le contaminazioni che arrivano dalla città in cui vive e lavora come fotografa: Londra.

https://soundcloud.com/alienionecstasy

ϟ Mary Gehnyei
Nata a Roma e di origini liberiane, Mary inizia la sua avventura musicale come vocalist in alcuni dei migliori club d’Italia: il Goa Club di Roma, il Redzone di Perugia e il Metropolis di Napoli, esibendosi affianco a djs come Tony Humphries, Roger Sanchez, Deadmau5 e molti altri. Diventa collezionista di vinili, con i quali scopre di avere un fortissimo legame, divenuto con il tempo il filo di una ricerca continua che ha come scopo suonarli e condividerli. Così nasce l’artista che conosciamo come Mary Gehnyei, female dj con un eclettico e multiforme background musicale, dove confluiscono varie influenze: dall’Hip Hop fino ad arrivare alla Techno Detroit. Negli anni ha avuto la possibilità di suonare nei warm up di dj come Andrew Weatherall, e K-Hand, sua grande fonte di ispirazione.

https://youtu.be/2IE132rp4a8

ϟ La Diferencia
Non Western Music, no borders
La Diferencia è un duo Italo-peruviano con base a Roma che esplora la nuova musica contemporanea dell’altro emisfero. I loro set sono selezioni di produzioni di artisti non occidentali o post-immigrati e di etichette indipendenti a loro legate. Una rappresentazione del Sud del mondo e dei suoi infiniti linguaggi, dal field recording alla musica da club.
Sono stati ospiti di Battiti su Rai Radio 3, di Radio Raheem, Mondonero e Fango Radio.

https://www.mixcloud.com/ladiferencia/ 

ϟ Sandra Mason
Enrica Borsatto, in arte Sandra Mason, è una dj e collezionista veneta di adozione romana. “Storto” è la parola chiave per definire il mix di sonorità wave, atmosfere spaziali e psichedelia profonda che anima i suoi set. Da anni cura una rubrica musicale, Repressology, e un canale Youtube, Cocktail Naïf.

https://soundcloud.com/musicfromthelivingroom
https://soundcloud.com/…/new-interplanetary-melodies…

ϟ Qursarina
Giovane dj del Kazakistan, Qursarina si esibisce in numerosi spazi della scena underground del suo paese. Il suo interesse per i suoni di luoghi e ambienti differenti la porta a girare e a restare in Italia. I suoi set sono una fusione di brani acid, breakbeat, electro, ma non mette limiti di ricerca ai generi che seleziona.

https://www.youtube.com/watch?v=oRPi_FhZM8E&t=449s

 


ph. Laura Accardo

realizzato da

con il contributo di

realizzato da

con il contributo di

con il patrocinio
e promosso da

SHORT THEATRE fa parte di

main sponsor

con il patrocinio
e promosso da

SHORT THEATRE fa parte di

main sponsor