16 settembre | h 18
WEGIL - Hall
talk

ANTICIPATION OF THE NIGHT

Jack Halberstam | Antonia Anna Ferrante | Annalisa Sacchi

Wild Things, Bewilderment and Beyond

Wildness è un nome/uno spazio/uno strumento critico per muoversi altrimenti e oltre la norma; imprevisto, forza caotica, movimento non lineare contro il progresso e la modernità coloniale. Un’ecologia contro-natura in cui non c’è spazio per istituzioni, addomesticamento e alcun romanticismo. In che modo si intreccia con la storia queer e con quei corpi e desideri che osano andare oltre il posto loro assegnato dall’ordine delle cose? È possibile utilizzare termini quali “selvatico”, “ferale” e “spaesamento” per nominare la tensione verso altri mondi e per segnare la fine di quello attuale? Wild Things, Bewilderment and Beyond è una lectio tenuta da Jack Halberstam, autore e docente di Studi di Genere presso la Columbia University. Halberstam ci conduce ancora una volta su un terreno controintuitivo in cui si scivola tra linguaggi e registri dalla cultura pop alla perfomance; dopo aver esplorato la mostruosità gotica, camminato con maschilità senza uomini, praticato il fallimento, e aver messo a soqquadro gli archivi per muoverci nello spazio e nel tempo queer, adesso ci muoviamo nel wild side della sua teoria queer. In questa esplorazione sarà accompagnato e in dialogo con l’attivista e studiosa Antonia Anna Ferrante e ad Annalisa Sacchi, direttrice del corso di Teatro e Arti performative di IUAV.

Oltre a Wild Things, Bewilderment and Beyond, Jack Halberstam sarà presente a Short Theatre 2022 anche in occasione della presentazione del suo libro The Queer Art of Failure nella cornice di MERENDE sabato 17 settembre alle 18.

 


Jack Halberstam è professore della Columbia University, in cui insegna Gender Studies e Inglese. Ha pubblicato diversi libri tra i quali: Skin Shows: Gothic Horror and the Technology of Monsters (Duke UP, 1995), Female Masculinity (Duke UP, 1998), In A Queer Time and Place (NYU Press, 2005), The Queer Art of Failure (Duke UP, 2011), Gaga Feminism: Sex, Gender, and the End of Normal (Beacon Press, 2012) e un breve saggio intitolato Trans*: A Quick and Quirky Account of Gender Variance (University of California Press). L’ultima pubblicazione di Halberstam per la Duke UP, è Wild Things: The Disorder of Desire (2020). Il Places Journal gli ha conferito il Arcus/Places Prize nel 2018 per la sua innovativa ricerca accademica riguardante la relazione tra genere, sessualità e “ambiente costruito”. Jack Halberstam sta concludendo il suo ultimo volume Unworlding: An Aesthetics of Collapse. Recentemente Halberstam è stato protagonista di un cortometraggio di Adam Pendleton, So We Moved, che è stato esposto al MoMA fino al gennaio 2022.

 


in collaborazione con il Master in Studi e Politiche di Genere di Roma Tre e il corso di Teatro e Arti performative dell’Università Iuav di Venezia


Anticipation of the Night è lo spazio discorsivo gratuito di Short Theatre che si accende ogni giorno nel tardo pomeriggio. Per il programma completo vedi qui.