15 settembre | h 19
16 settembre | h 19 + 21
Teatro India - Sala B
danza
55'
Con audiodescrizione live

11€ / 8€ ridotto + d.p.

mk

Sfera

Se vuoi ascoltare l’audiodescrizione di questa pagina clicca qui.

#uno stato eternamente nascente

Potremmo essere gli abitanti di un autobus affollato alla deriva o un coro sincronizzato con le maree  —sono privilegi della scena– ma in realtà cerchiamo una qualità senza nome per un irresistibile desiderio di prossimità. –Michele Di Stefano

Il mescolamento tra coreografia e linguaggio verbale è al centro di uno dei due lavori che mk presenta a Short Theatre 2022, negli spazi del Teatro India: Sfera, un assemblaggio di corpi alla ricerca di una possibile intesa a partire dall’uso della parola, colta sia nel suo potere linguistico sia nella sua concretezza di fenomeno fisico. Sfera si affida a una commistione caotica di soggetti condizionata dall’immediatezza e dalla perdita di definizione tra i corpi. Un corpo immediato non ha tempo per essere decifrato, si produce in un’intenzione ambientale, e sperpera parole e gesti per fare spazio. La coreografia si mostra per quello che è: un evento atmosferico che predispone connessioni fisiologiche e nuove forme di intimità.

Dall’incontro tra Camilla Guarino, Giuseppe Comuniello e il coreografo Michele Di Stefano prende forma una nuova possibilità per Sfera. Nella replica del 16 settembre alle 19, il pubblico che assisterà allo spettacolo potrà avvalersi dell’audiodescrizione poetica realizzata live da Camilla Guarino e Giuseppe Comuniello e immaginata per rendere accessibile la performance al pubblico cieco e ipovedente.
Info accessbilità.

Sfera debutta a Short Theatre 2022 nella cornice del focus dedicato a mk e realizzato da Orbita | Spellbound – Centro di Produzione Nazionale della Danza, in collaborazione con Short Theatre 2022 e Teatro Biblioteca Quarticciolo, così come la presentazione di Eden nell’ambito di Orbita al Teatro Palladium il 16 e 17 settembre.

 


mk si occupa di coreografia e performance dal 2000 con progettualità trasversali. Il gruppo è stato invitato negli anni in diversi festival della nuova scena in Italia e all’estero. Il coreografo Michele Di Stefano, Leone d’argento alla Biennale di Venezia, ha ricevuto commissioni coreografiche da Aterballetto, Korean National Contemporary Dance Company, Nuovo Balletto di Toscana e Ballet de Lorraine. Con Veduta (2016) il gruppo inizia un’indagine immersiva nel paesaggio e la prospettiva, adattabile a qualsiasi orizzonte urbano. Bermudas (2018), lavoro sul moto perpetuo e il movimento puro costruito per un folto numero intercambiabile di interpreti, ha ricevuto il premio Danza&Danza come miglior produzione italiana 2018 ed il premio UBU 2019 come miglior spettacolo di danza nella versione Bermudas_forever. È curatore del progetto BUFFALO per il Teatro di Roma, e artista associato alla Triennale di Milano per il triennio 2022—24.

 


performance Biagio Caravano, Andrea Dionisi, Sebastiano Geronimo, Luciano Ariel Lanza, Laura Scarpini, Francesca Ugolini
coreografia, set costumi Michele Di Stefano
modular system live Biagio Caravano
testo Michele Di Stefano con Massimo Conti e AAVV
disegno luci Giulia Broggi
management Carlotta Garlanda
distribuzione Jean François Mathieu
produzione mk/KLm
con il contributo di Regione Lazio, MiC
in collaborazione con Short Theatre, Orbita|Spellbound – Centro di Produzione Nazionale della Danza, con il sostegno di Crossing the sea
Michele Di Stefano è artista associato della Triennale di Milano per il triennio 2022 – 2024

realizzato da

con il contributo di

realizzato da

con il contributo di

con il patrocinio
e promosso da

SHORT THEATRE fa parte di

main sponsor

con il patrocinio
e promosso da

SHORT THEATRE fa parte di

main sponsor