11 settembre | h 17
Mattatoio - Tettoia
talk
in italiano e portoghese con traduzione consecutiva
e interpretariato LIS

ANTICIPATION OF THE NIGHT

Renata Carvalho | Adelita Husni-Bey | Antonia Caruso / in collaborazione con LOCALES

Stati Transitivi

Talk con Renata Carvalho, Antonia Caruso, Adelita Husni-Bey, Sara Alberani e Marta Federici (Locales), Matteo Lucchetti (Museo delle Civiltà) e Marcia Leite

Che cos’è un atto di nominazione? Cosa significa e quali sono gli effetti del “dare un nome nuovo”? Se la nomenclatura è, per sua natura, conservativa, classificata e immutabile, possiamo pensare a un processo che metta in discussione l’identità di un corpo – fisico, soggettivo, museale, istituzionale – prendendo spunto dall’idea di uno stato “transitivo”? Cosa accade quando la traduzione proietta sulle parole un universo semantico colonizzato? È possibile trasformare l’eredità di una collezione museale “nascosta” a partire dall’esperienza di chi vive o ha vissuto un processo di transizione, nel corpo o nello spazio?
In Stati Transitivi, talk curata in collaborazione con LOCALES, verrà indagato il rapporto tra eredità, identità ed esperienza incarnata. Il dialogo partirà dal lavoro sul corpo travesti di Renata Carvalho, intrecciandosi con quello che l’artista Adelita Husni-Bey proporrà nel workshop A Collection in Turmoil – La collezione in tumulto, in relazione alla collezione dell’ex museo coloniale, parte delle collezioni del Museo delle Civiltà di Roma, nell’ambito di Hidden Histories 2022 e con la riflessione trans/femminista dell’editorialista, scrittrice e attivista Antonia Caruso.

 


Anticipation of the Night spazio discorsivo che si accende ogni giorno nel tardo pomeriggio. Per il programma completo vedi qui.


Renata Carvalho comincia ad occuparsi di questioni trans e travesti nel 2007, in veste di attivista per i diritti LGBT e umani e come volontaria. Fin dal 1996 lavora nel teatro, dedicandosi per dieci anni alla regia. Nel 2012 fa il suo debutto come attrice nel solo Inside Me Lives Another: l’artista rende il suo corpo un oggetto di studio e di dibattito, prospettiva che da lì in poi permea tutta la sua produzione artistica. Nel marzo 2017, Renata Carvalho fonda MONART — movimento nazionale per artist_ trans, e anche il Trans Representativity Manifest — Say YES to trans talent, che mira a una rappresentazione collettiva, inclusiva e stabile de_ artist_ trans e travesti negli spazi artistici e chiede di interrompere la pratica del transfake. Nello stesso anno, fonda anche Coletivo T, il primo collettivo artistico formato interamente da artist_ trans. Nel 2022 è stata premiata da CCXP Awards come miglior attrice per il film Vento Seco (2020), del regista Daniel Nolasco

Adelita Husni-Bey è un’artista e un’esperta di pedagogia interessata a tematiche che spaziano dall’anarco-collettivismo al teatro, dalla giurisprudenza agli studi sullo sviluppo urbano. Si occupa inoltre di organizzare workshop, produrre pubblicazioni, curare trasmissioni radiofoniche, archivi e mostre, usando modelli pedagogici non competitivi, attraverso l’arte contemporanea. Il lavoro svolto in svariati contesti con attivist_, architett_, giurist_, scolar_, poet_, attori e attrici, urbanist_, fisioterapist_, atlet_, insegnanti e student_ consiste nel creare luoghi in cui esercitarsi collettivamente. Ha partecipato a Work it Out! Aalborg Museum, 2021, Trainings for the Not Yet, BAK, Utrecht, 2020, Being: New Photography, Museum of Modern Art, New York, 2018; Dreamlands, Whitney Museum of American Art, New York, 2016; The Eighth Climate, 11a Biennale di Gwangju, 2015; Really Useful Knowledge, Museo Reina Sofia, Madrid, 2014. È fellow al Vera List Center for Art and Politics 2020-2022 dove ha sviluppato These Conditions, 2022 al Brooklyn Army Terminal, New York, uno spazio ibrido tra luogo espositivo, set cinematografico e spazio pedagogico.

Antonia Caruso, editorialista, scrittrice e attivista trans/femminista. Ha curato l’antologia Queer Gaze per Asterisco Edizioni e pubblicato LGBTQIA+ – Mantenere la complessità per Eris Edizioni, oltre a prefazioni e articoli per Jacobin Italia, effequ, Moscabianca, Meltemi, Odoya, Zona42 e Future Fiction. Si occupa anche di fantascienza, fumetti e immaginari.

LOCALES è una piattaforma curatoriale fondata a Roma da Sara Alberani e Valerio Del Baglivo – alla quale nel 2021 si unisce Marta Federici – che si propone di attivare una riflessione sulla sfera pubblica attraverso le pratiche artistiche.
Grazie a una serie di programmi site specific che prevedono commissioni di nuovi lavori artistici, esplorazioni nello spazio pubblico, momenti di apprendimento e performance, LOCALES affronta la complessità delle urgenze contemporanee a partire dalla storia politica e sociale di luoghi simbolici della città e delle comunità che li abitano.


Renata Carvalho è presente nella programmazione di Short Theatre 2022 anche con la performance Manifesto Transpofágico il 9 e 10 settembre.

realizzato da

con il contributo di

realizzato da

con il contributo di

con il patrocinio
e promosso da

SHORT THEATRE fa parte di

main sponsor

con il patrocinio
e promosso da

SHORT THEATRE fa parte di

main sponsor